“Desideri Distonici e Radio Sputnik. Quando la cultura è il motore della vita” di Annunziata Lanni – 3 MARZO 2021

Nuovo ed importante gemellaggio radiofonico quello tra Desideri Distonici di Radio Orizzonte Molise e Fahrenheit 3000 di Radio Sputnik. La puntata 501 del 24 febbraio ha dato il via all’unione culturale musicale tra Molise e Spagna, arrivando questa volta a Palma di Maiorca.

L’eclettico Pietro La Barbera, che conduce il programma serale, sorprende ancora una volta gli ascoltatori oltrepassando virtualmente i confini italiani e diffondendo cultura internazionale.

Sì perché la cultura non si ferma mai, è il motore della vita. E Pietro lo sa bene che da anni condivide, emoziona e regala momenti di conoscenza, intrattenimento e riflessione in modo creativo ed innovativo. Lo abbiamo visto anche in laboratori di lettura per bambini, in attività ludico didattiche, ma il suo nome è legato soprattutto ad importanti iniziative nel mondo della disabilità.

Pietro e sua moglie Florence realizzano insieme attività culturali e di sensibilizzazione. Il loro amore e le loro passioni li hanno trasformati nel motore di molti progetti di successo. Iniziative che da sempre portano avanti nonostante le difficoltà. Infatti realizzano tuttosuperando alla grande le loro disabilità: lui ha una malformazione del piede che non gli permette di camminare bene, lei è non vedente. Avere un obiettivo è importante e con determinazione la coppia ha reso la cultura in tutte le sue forme accessibile a chi, senza il loro aiuto, non avrebbe potuto conoscere di più.

La Voce Del Buio è solo uno dei tanti importanti progetti ideati e curati da Pietro e Florence. La condivisione di audiolibri destinati a persone non vedenti, ipovedenti, con DSA e con difficoltà nella lettura è l’obiettivo dell’iniziativa in cui volontari mettono a disposizione la loro voce per condividere e trasmettere il piacere della lettura. E se in questo periodo le attività non si possono svolgere di persona collettivamente, Pietro non si è perso d’animo. Anzi, ha colto l’occasione per organizzare diversi appuntamenti su Skype dedicati alla musica, alla lettura riflessiva e laboratori creativi.

Solidarietà e condivisione dunque contraddistinguono Pietro, Florence e le loro molteplici attività. Che fanno capire il potere della cultura: oltrepassa gli ostacoli, abbrevia le distanze ed unisce le persone. A prescindere dalle abilità di ciascuno.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.